Home page > Luoghi e immagini > Norte

Il Norte

Bookmark and Share

Il nord dell’Argentina è un territorio molto vario, con fertili valli piene di agrumeti e piantagioni di canna da zucchero, boschi verdissimi e vigneti, la puna, un paesaggio impressionante, arido, con deserti ocra dove vagano i lama, frastagliate montagne che creano forme suggestive e poi saline accecanti, maestosi vulcani, rovine incaiche e piccoli villaggi andini di antiche tradizioni quechua. La zona è ricca di attrazioni naturali, come la Quebrada del Toro, un paesaggio spettacolare di densi boschi di ceibo, pampa e cactus e San Antonio de los Cobres a 3775slm, un pittoresco villaggio andino dove il tempo sembra essersi fermato. Ubicato nel mezzo del deserto e delle maestose Ande, nel silenzio interrotto solo dal sibilare del vento, San Antonio conserva antiche case di adobe, strade polverose, rifugi di minatori e pastori e i cordiali abitanti mantengono intatte tradizioni e credenze. La cittadina può essere raggiunta anche con il “Tren a las Nubes” (Treno delle Nuvole), una delle ferrovie più alte al mondo fino ad arrivare al viadotto de la Polvorilla a 4.220 msl. Una delle attrazioni più importanti del Nord Argentina è Salinas Grandes che fino a 10.000 di anni fa era un lago ricco di vegetazione mentre oggi è una distesa di sale con una superficie di circa 525 kmq, un deserto di bianco brillante e perfetti esagoni che si fondono con l’azzurro del cielo intervallati da piscine turchesi. A circa 100 km si trova Purmamarca, (il “paese della terra vergine” in lingua Aymarà), un suggestivo villaggio di origine pre-ispanica che conserva case di adobe e una bella Chiesa impreziosita da originali dipinti della scuola cuzqueña risalenti al XVIII secolo. Purmamarca sorge ai piedi della splendida Montagna dei Sette Colori, una formazione rocciosa che mostra vari colori a causa dell’alta concentrazione di diversi minerali, uno spettacolo incredibile della natura. Proseguendo il viaggio si può arrivare a Paso de Jama e raggiungere il Cile, oppure proseguire per la Quebrada de Humahuaca, Patrimonio Mondiale dell’Umanità UNESCO, che si estende lungo il Camino Inca seguendo il corso del Rio Grande e la meravigliosa valle utilizzata come via commerciale nel periodo incaico, dove sono stati ritrovati resti di gruppi di cacciatori preistorici. All’interno della Quebrada si possono visitare caratteristici villaggi come Maimará, il più pittoresco in quanto circondato da montagne di colore rosso, giallo, arancione, ocra che sembrano dipinte da una mano divina; Tilcara con la famosa Pucará, una fortezza costruita dal popolo Tilcaras che conserva intatta la magia dei tempi antichi; Uquía, famoso per la Chiesa adornata di dipinti della scuola di Cuzco che raffigurano gli angeli archibugieri; Humahuaca con le sue case di adobe, le stradine acciottolate e una bella piazza dove si affaccia la Chiesa de la Candelaria e il Cabildo con il famoso orologio con l’immagine di San Francisco Solano che a mezzogiorno benedice la città.